Connect with Us
  1. Chi Siamo
  2. Mission

Chi Siamo

La mission del Consorzio Arezzo Fashion & Design

La volontà dei soggetti fondatori del Consorzio era quella di tutelare le opere d'ingegno degli studenti e nello stesso tempo di offrire loro l'occasione di entrare in contatto con le aziende del territorio toscano, di ottenere una formazione in linea con le esigenze del mercato del lavoro e di contribuire quindi ad una riduzione della disoccupazione giovanile, offrendo anche alle stesse aziende la possibilità di trovare nel territorio in cui operano figure capaci di accompagnare la loro crescita e di rispondere alle loro esigenze.

Questo spirito permea ancora oggi l'azione del Consorzio, ma a questa mission si sono aggiunti tutti gli altri servizi di cui oggi possono usufruire le imprese consorziate, ottimizzando le loro capacità e soprattutto favorendo una spinta aggregativa, uno sprone a "far rete" ed a collaborare a progetti comuni. Tra i servizi che oggi offre il Consorzio c'è la ricerca e la progettazione di bandi di finanziamento, locali ed europei, servizi di assistenza legale, commerciale, promozionale e pubblicitaria, il nuovo servizio di e-commerce, l'ampia proposta di corsi di formazione e aggiornamento professionale, lo sviluppo di itinerari turistici e tanti altri tipi di assistenza e progettualità che possono aiutare le aziende a sviluppare nuovi prodotti e nuove idee.

Molti eventi di carattere culturale e commerciale sono stati realizzati, tenendo sempre i giovani al centro della scena, tanto che il Consorzio si è aggiudicato ben due bandi Erasmus+ che hanno favorito la mobilità di decine e decine di studenti provenienti da varie scuole d'Italia e diretti a sperimentare periodi di stage e tirocinio formativo in vari paesi dell'Unione Europea.

Nel futuro del Consorzio rimane l'obiettivo di creare un marchio di eccellenza che sappia rappresentare le potenzialità del nostro territorio unite alla creatività e alla progettualità dei giovani studenti. Un marchio che rappresenti la condivisione di più idee e di più forze, che insieme possano dare forza alle singole realtà e all'intera rete. Centrale rimane la mission iniziale, ovvero quella dell'alternanza scuola-lavoro, del sostegno anche informativo e giuridico ai giovani che si apprestano ad entrare nel mercato del lavoro, della valorizzazione in sintesi delle risorse umane dei territori, la cui salvaguardia è la vera via di uscita non solo dalla crisi globale degli ultimi anni, ma anche da quella del Made in Italy che ha toccato in particolare la nostra economia e da cui stiamo faticosamente tentando di uscire.